{
Andrea Ventimiglia

Blogger & Social Media Manager

03/07/2017, 11:00





 



Anni fa un amico straniero mi disse di aver appreso ed imparato l’italiano attraverso i suoi film. A me fin da piccolo ha insegnato il senso profondo della famiglia. Il senso profondo del rispetto verso il proprio lavoro. Invero, il senso profondo del rispetto verso se stessi prima e verso gli altri poi. Perché il cinema di Paolo Villaggio è stato, è e sarà, ieri, oggi e domani, quel senso di comicità e drammaticità nello stesso tempo, in un mix magico che soltanto i suoi film sono in grado di regalare. Un uomo in grado di anticipare i tempi di un totale malfunzionamento futuro della nostra amata nazione, in un tempo molto passato. Già, l’assenteismo. Cos’era allora? Ma soprattutto, infine, mi ha insegnato che "La Corazzata Katiomkin è una cagata pazzesca."

Buon viaggio Maestro!



1
Create a website